d Parigi vista da Eggleston | ALTRAPARIS-it

Parigi vista da Eggleston

Diversamente da quella di Doisneau, di Frank o di Cartier Bresson (quest'ultimo in mostra alla Maison Européenne de la photographie fino al 30 agosto) , la Parigi di Eggleston è metropolitana, anonima e spesso appena riconoscibile. Più che cogliere momenti unici di interazione tra la città e l'umanità che la abita, Eggleston sembra aver cercato dei dettagli, delle sfumature, delle impressioni in cui la città vagamente si riflette. Una pozzanghera in cui brilla la luce verde di un'insegna (sarà una delle tante farmacie della capitale?), il piede di una ragazza sul marciapiede, il particolare di una giostra (Saint-Paul?): le foto di Eggleston sono immagini che suggeriscono Parigi senza rappresentarla. Piuttosto insipida e poco convincente è invece l'elaborazione pittorica, ugualmente esposta, che Eggleston ha fatto delle sue foto. Peccato, ma comunque le foto meritano così come il comodo canapé su fondo rosso in cui ci si può riposare dopo la visita.

Fino al 21 giugno 2009
Fondation Cartier pour l'art contemporain
261 Boulevard Raspail 14° arr. Paris
Metro: Raspail o Denfert-Rocherau (linee 4 o 6)
Orari: tutti i giorni 11.00 - 20.00; martedì notturno fino alle 22.00; chiusura lunedì
Biglietti: intero 6,50 euro; ridotto 4,50 euro

fondation.cartier.com

IMMAGINI-CREDITS
William Eggleston, Untitled, Paris series, 2006­­–2008
© 2008 Eggleston Artistic Trust

Foto "red room" dal blog http://blogs.lexpress.fr/




Share on Google Plus

Un articolo proposto da AltraParis

Servizi a Parigi - Visita il nostro portale www.altraparis.com
    Blogger Comment
    Facebook Comment